Senza categoria

1987

Giorni fa, ho compiuto 49 anni.

Per una singolare ‘simmetria’ numerica, il compleanno è stato assolutamente significativo: sono passati, infatti, trent’anni da quando mi sentii di… festeggiare per la prima volta il mio compleanno con una festa ‘vera’ degli anni Ottanta: di quelle con tanto di garage preso in affitto, stereo portato da casa, vinili vari (mix compresi), compagni di classe ed amici.

L’anno prima ero diventato maggiorenne: ma era stato un anno terribile per me, buio come pochi; per mesi venivano al pettine tutti i nodi della mia adolescenza e mi resi conto che ero ‘solo’.

Sperimentai, insomma, con consapevolezza la mia ‘solitudine ontologica’; il vuoto dell’anima che si crea in una persona: aiutato, certo, dal sapere di non avere nessuno vicino (per la mia timidezza e per essere, di fatto, cresciuto da solo); non mi servirono allora nè gli ottimi risultati a scuola; nè la mia passione politica (ero, di fatto, un socialista ‘critico’); nè -men che meno- la mia voracità per l’informazione, il mio essere sempre ‘al corrente’, ‘al passo coi tempi’.

Non mi furono di alcun conforto, se non per distrarmi.

Nell’86, quindi, non festeggiai la maggiore età.

Ma lo feci, quindi, l’anno dopo, nel 1987: perchè quel vuoto venne riempito, come per un Dono inaspettato, inatteso.

Anni dopo capii di essere stato ‘scavato’, ‘svuotato’, per ‘contenere’ qualcos’altro, Qualcun’altro.

Ricordo poco: la visita di un sacerdote, in clergyman, un salesiano, in classe; con la scusa di alcuni test in vista della scelta dell’università. La proposta di partecipare ad una riunione nel gruppo che quello stesso sacerdote aveva costituito in città.

L’incontro, l’ascolto, il confronto con nuove persone, anche più grandi di me. L’unità che respirai, la forza che risaliva con la condivisione anche di semplici stati d’animo. E, sopratutto, la folgorazione del primo contatto con i versetti del Vangelo.

Che , da allora, mi fanno sempre lo stesso effetto (al netto di normali periodi di aridità): le parole -anche le singole parole- suscitano significati e ragionamenti ‘freschi’, profondi, ‘scoperte’. Che un po’ dovevano colpire, quando le condividevo: se è vero che, in quella comunità feci subito ‘carriera’ (il termine farà ridere i miei amici, che capiranno), ricoprendo ruoli in cui mi affidarono altri ragazzi.

Il Dio cristiano aveva fatto irruzione nella mia vita d’inconsapevole agnostico (quindi, di ‘doppiamente agnostico’): a casa divoravo i Vangeli insieme al Villari ed al Petronio, dovuti per la maturità imminente.

Ero cambiato; ero stato cambiato. Ed ero ‘riconciliato’ con tutto e con tutti: la mia carissima insegnante di Italiano (cattolica, impostazione salesiana…) lo notò subito e mi volle chiedere cosa fosse accaduto. Le mie compagne di classe (eravamo solo quattro maschi su venti alunni) percepirono il mio inedito entusiasmo: e mi rese più felice che ne fossero felici.

Dopo pochi mesi, io che a malapena parlavo, fui in grado di affrontare la mia prima trasmissione, diventando il giornalista della Radio che quella stessa comunità prese in mano e rilanciò e, poi, il giurista che la salvò dalle insidie paludose della burocrazia.

Dopo pochi mesi, iniziai a viaggiare in altre Città per parlare ad altri di Cristo: io che non mi spostavo mai più lontano dalla piazza della mia Pachino.

Fu la mia conversione.

E essa portò con sè anche la fine di tutte le mie solitudini: perchè trovai l’amore della mia vita.

Colei che, stamattina, mi ha detto: ‘esiste un solo Sebastiano Mallia’.

E’ vero: ne esiste uno solo così ed è ‘nato’ nel 1987.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...